Login

Non Sei Registrato ? Procedi alla Registrazione oppure Inserisci Nome Utente e Password

or

Signup for free

Use Facebook or an email

or
By signing up you agree to the Terms & Conditions and Privacy & Policy

Reset password

Enter email to reset password

Already have account? Login
Dont have account? Signup
×

Effettua il Login per usufruire dei servizi !!

Ricerca Disponibilità Utenze

Per disporre degli altri filtri di ricerca effettua il Login !!

OFFERTA DI LAVORO SU TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE !!

APL Sistemi S.r.l. sta cercando consulenti commerciali e/o Aziende Partner su tutto il territorio Nazionale per la commercializzazione della cartella Clinica e Amministrativa informatizzata "MedicalWebService" rivolta a

RSA(Residenze Sanitarie Assistenziali) - CLINICHE - HOSPICE - CLINICHE SPECIALISTICHE – LABORATORI DI DIAGNOSTICA - CENTRI DIALISI - ECC.

APL SIstemi S.r.l.
Via Prenstina, 1841 00132 Roma

Medici

Modulo di iscrizione dedicato ai Medici Di Famiglia, Specialisti e Pediatri di libera scelta !!

Medici

Procedi con l'iscrizione Accedi Al Modulo .. .

Sostituti

Modulo di iscrizione dedicato ai Giovani Medici neo Laureati o Medici che si mettono a disposizione per Sostituzioni

Sostituti

Procedi con l'iscrizione Accedi Al Modulo .. .

Segreteria

Modulo di iscrizione dedicato al personale di segreteria per gli studi medici                              

Personale di segreteria

Procedi con l'iscrizione Accedi Al Modulo .. .

Cittadini

Modulo di iscrizione dedicato al Cittadino                              

Cittadini/Pazienti

Procedi con l'iscrizione Accedi Al Modulo .. .

CercaSostituto.it

Lo strumento Utile per il Medico dove poter pubblicare Informazioni varie sulla sua attività e reperire personale per Sostituzioni e/o Personale di Segreteria

Lo strumento Utile per il Giovane Medico Sostituto e/o Personale di Segreteria che tramite l'iscrizione al portale potrà pubblicare i suoi dati, mettersi a disposizione e inserirsi nel mondo del lavoro

Lo strumento Utile per il Cittadino che tramite l'iscrizione al portale potrà reperire Informazioni Sul suo medico di famiglai o su migliaia di specislisti iscritti al servizio

Iscrizione Gratuita per tutti i profili

L' Iscrizione al portale da la possibilità di usufruire di "SERVIZI DEDICATI"

"Il tuo sito personale"

   Scegli tra varie soluzioni per avere finalmente un sito personale e una visibilità propia sul web ..

CARATTERISTICHE E DATI SITO DEDICATO

• Dati Biografici - Contatti - Galleria Fotografica - SocialNetwork

• News, Comunicati ed Eventi

• Info Studio - Orari - Sostituti - Medicina In Rete - Medicina Di Gruppo

• Possibilità di Gestire La Specialistica con creazione dinamica planning appuntamenti in base alle disponibilità inserite, fino ad arrivare alla prenotazione online delle visite e alla fatturazione

"Visibilità sul portale CercaSostituto"

Puoi avere priorità sulle griglie di ricerca sostittuzioni ed avere un banner personale sulla home page del portale ..

ESEMPIO BANNER HOME PAGE



Scegli quanti giorni vuoi usufruire del servizio

www.cercasostituto.it !! Servizio Dedicato e Gratuito per il Medico e per il Cittadino

PARTNER

MEDICALWEBSERVICE

La piattaforma MedicalWebService rappresenta lo stato dell'arte nella gestione di una Residenza Sanitaria Assistenziale, Hospis, Clinica, totalmente affidabile, non richiede installazione o sistemi hardware particolarmente potenti.

Risponde a tutte le necessitá di gestione di strutture di piccole, medie e grandi dimensioni anche su piú sedi. Permette di semplificare e ottimizzare tutte le informazioni degli ospiti, in modo da poterle consultare in qualunque momento

  • Percorso Ospite
  • Gestione Amministrativa e Fatturazione (Ospite, Impegno di Spesa, Convenzioni)
  • Percorsi: Medico, Infermieristico, Operatori Socio Sanitari, Dietista, Medico Di Famiglia
  • Gestione Modulistica
  • Gestione Magazzino
  • Gestione Del Rischio (RiskManagement)
  • LayOut Responsive (Ottimizzato per Tablet e SmartPhone)

News & Comunicati In Evidenza

Admin

Admins

Primo Piano - TO REACH: alla ricerca di Sistemi Sanitari sostenibili

ISS 31/01/2017

L’Istituto Superiore di Sanità coordinerà nel triennio 2017-2019 un progetto, finanziato nell’ambito del programma europeo per la ricerca Horizon 2020, mirato a migliorare la sostenibilità dei Sistemi Sanitari europei. Il progetto, denominato TO-REACH (Transfer of Organisational innovations for Resilient, Effective, Equitable, Accessible, Sustainable and Comprehensive Health Services and Systems), frutto della collaborazione di 29 enti di ricerca e agenzie governative di 19 paesi europei e tre paesi extraeuropei (Canada, Stati Uniti, Israele), si prefigge di studiare le condizioni necessarie a garantire la sostenibilità, l’equità, l’accessibilità e l’efficienza dei sistemi sanitari di fronte a sfide epocali come la crisi economica, i cambiamenti climatici, le migrazioni.

In particolare il progetto si propone di raggiungere alcuni obiettivi specifici:
1) definire le sfide e le priorità per i sistemi sanitari nel XXI secolo;
2) definire il contesto in cui si troveranno ad operare i sistemi sanitari;
3) raccogliere, analizzare e sintetizzare le conoscenze disponibili in materia;
4) sviluppare l’agenda strategica della ricerca in sanità pubblica;
5) diffondere i risultati del progetto per favorire scelte di sanità pubblica basate su robusti elementi di conoscenza.

Il progetto TO-REACH, inoltre, è propedeutico ad un successivo ERA-NET (European Research Area-Network), che partirà nel 2019.

I Sistemi Sanitari dei Paesi più economicamente sviluppati - afferma il Presidente dell’ISS Walter Ricciardi - attraversano un’importante crisi di sostenibilità finanziaria. Le cause sono diverse e includono: il cambiamento demografico con il positivo aumento dell’aspettativa di vita, tuttavia collegato ad un aumento esponenziale della prevalenza delle malattie croniche e della polimorbidità; il progresso scientifico della biomedicina e lo sviluppo tecnologico, che sta portando benefici impensabili fino a qualche tempo fa, ma anche un esponenziale aumento dei costi; l’aumento della consapevolezza e delle giuste richieste di salute dei cittadini. Per evitare che questa crisi influisca negativamente sull’efficienza dei servizi, e colpisca in modo rilevante la parte più fragile della popolazione, le persone più povere e marginalizzate, la via è quella di lavorare sull’appropriatezza e su nuovi modelli di cura e intervento basati sull’evidenza, che mirino a coniugare innovazione ed eguaglianza distributiva, in grado di fornire cure adeguate, assistere le disabilità e tutelare il benessere psicofisico di tutta la popolazione.

L’ISS sarà, per l’Italia, affiancato dal Ministero della Salute, dall’AGENAS, dall’Università Cattolica del Sacro Cuore.

Admin

Admins

Primo Piano - Inquinamento Indoor: il vademecum dell’ISS

ISS 17/01/2017

Poche regole semplici ma che possono migliorare la qualità dell’aria degli ambienti in cui viviamo. Le indica l’Istituto Superiore di Sanità che attraverso l’opuscolo L’aria della nostra casa, come migliorarla? vuole fornire ai cittadini una guida chiara per difendersi dagli agenti inquinanti che possono alterare le caratteristiche ambientali dei luoghi chiusi. Nelle nostre case sono presenti, infatti numerose sorgenti di inquinanti dell’aria che possono costituire un rischio per la nostra salute. Dal fumo di sigaretta, che è il principale inquinante, all’uso di detersivi, candele o incensi. Attraverso il vademecum l’ISS fornisce una guida per imparare a proteggersi con alcuni semplici accorgimenti.

Cos’è

L’inquinamento indoor è una forma di alterazione ambientale che interessa i luoghi chiusi.
E’ determinato da comportamenti o fattori messi inconsapevolmente in atto, come la scorretta abitudine di non areare gli ambienti quando si cucina o si utilizzano deodoranti o prodotti per la pulizia domestica ma anche dalla presenza di materiali di costruzione o di mobili da arredo che al loro interno possono contenere e sprigionare determinate sostanze inquinanti.

Il Gruppo di Studio nazionale (GdS)

L’Istituto Superiore di Sanità, nel 2010, ha istituito il Gruppo di Studio Nazionale sull’Inquinamento Indoor coordinato dal Dott. Gaetano Settimo con l’intento di fornire un’azione di supporto per l’adeguamento dell’Italia agli standard comunitari e di promuovere attività di informazione finalizzata ad evitare i rischi connessi ad errati comportamenti che provocano inquinamento indoor.
Sempre più spesso si parla di qualità dell’aria indoor e dei suoi effetti sulla salute della popolazione, per questo occorre attuare anche nel nostro paese un processo di crescita culturale e di conoscenze dice Gaetano Settimo coordinatore del Gruppo di Studio (GdS) Nazionale sull’Inquinamento Indoor dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS), che dal 2010 è a lavoro per adeguare l’Italia agli standard comunitari sull’inquinamento indoor, per fornire un concreto contributo alla soluzione dei diversi problemi e per promuovere attività di formazione e informazione dei tecnici, degli operatori sanitari e della popolazione sulla problematica della qualità dell’aria indoor. Ai lavori del GdS partecipano diversi ricercatori dell’ISS, dei ministeri (Salute, Ambiente e Lavoro), dei vari Enti di ricerca (CNR, ISPRA, SNPA, ENEA, INAIL) ed i rappresentanti delle Regioni.
Il GdS sull’Inquinamento Indoor dell’Istituto Superiore di Sanità, ha affrontato vari aspetti del complesso problema della qualità dell’aria indoor, quali: le strategie di monitoraggio dei principali inquinanti chimici e biologici, il ruolo delle diverse sorgenti, le specifiche caratteristiche degli ambienti di lavoro indoor, le attività di efficientamento energetico e le diverse combustioni indoor. Alcune delle indicazioni tecniche messe a punto nell’ambito dei lavori possono essere utili per la definizione di una legislazione nazionale di settore e costituiscono un riferimento a livello nazionale.
Il Ministero della Salute e dell’Ambiente hanno potuto avvalersi dei lavori del GdS Inquinamento Indoor per le diverse normative di settore, sia nei tavoli tecnici nazionali che in quelli UE. Diversi Enti locali, su specifiche emergenze ambientali o progetti hanno chiesto l’apporto del GdS dell’ISS. A titolo di esempio i lavori svolti su richiesta della Protezione Civile del Lazio nell’area di Cava dei Selci territorio del comune di Marino (provincia di Roma), per valutare le emissioni naturali di CO2 e H2S provenienti da sorgenti vulcaniche.
Numerose sono le iniziative intraprese dal GdS con l’obiettivo primario di colmare le lacune conoscitive sull’inquinamento indoor. Le principali risultanze di tali lavori sono state riportate recentemente sui Rapporti ISTISAN resi disponibili in formato elettronico nel sito ufficiale ISS dedicato al Gruppo di Studio Nazionale sullìInquinamento Indoor

Admin

Admins

Primo Piano - La salute disuguale: la lezione di Sir Michael Marmot

ISS 26/01/2017

Gli interventi per ridurre le disuguaglianze fra Paesi e all’interno di ciascun Paese sono cruciali per dare più opportunità a ciascuno in ogni fase della vita e per fare in modo che tutti sentano di avere maggiore controllo sulla propria esistenza sottolinea Walter Ricciardi presidente ISS, commentando lo speech di Sir Michael Marmot, in Italia per presentare all’Istituto Superiore di Sanità e al Senato, l’edizione italiana del suo libro La salute disuguale. La sfida di un mondo ingiusto (Il Pensiero Scientifico Editore, 2016).

Certamente lo stato di salute è anche legato a responsabilità individuali continua Ricciardi, decidiamo noi quello che mangiamo, se fare o meno attività fisica, se continuare a fumare o smettere. Ma poi contano le politiche, non solo quelle relative alla sanità pubblica mirate a ridurre l’esposizione ai fattori di rischio e a promuovere l’accesso ai servizi sanitari di dimostrata efficacia.

Nel suo libro e durante il suo intervento all’ISS Marmot ha infatti affrontato il tema delle disuguaglianze di salute, ripercorrendo le tappe della lunga attività di ricerca scientifica e di azione in sanità pubblica, analizzando le cause e offrendo possibili soluzioni. Per approfondire il tema leggi l’approfondimento La salute disuguale: la lezione di Sir Michael Marmot pubblicato su EpiCentro il 26 gennaio 2016.

Admin

Admins

Comunicati stampa - COMUNICATO STAMPA N°6/2017 Al via il nuovo Istituto Superiore di Sanità: ricerca, controllo e reti internazionali. In attivo il bilancio aumentano i finanziamenti per la ricerca

ISS, 7 febbraio 2017

Ricciardi: In crescita di 5milioni di euro il finanziamento di progetti di ricerca. Nel 2017 in arrivo oltre 35milioni. L’impulso alla ricerca resta tra le nostre priorità
Del Favero: Con la nuova organizzazione abbiamo risparmiato circa due milioni di euro in termini di costo-beneficio che reinvestiremo in salute.

Il Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità Walter Ricciardi insieme al Direttore Generale Lino Del Favero hanno presentato oggi in una conferenza stampa la nuova organizzazione e la nuova squadra di ricercatori alla guida dell’ISS, il più grande Istituto di Sanità pubblica in Italia e in Europa. Sei Dipartimenti, sedici Centri Nazionali, due Centri di Riferimento e un Organismo Notificato compongono la nuova area tecnica-operativa dell’Istituto Superiore di Sanità, nel rispetto della storia e dell’identità dell’Istituto ma con nuove competenze. Accanto alle attività tradizionali di studio e ricerca, controllo e sorveglianza in materie come neuroscienze, malattie infettive, sicurezza alimentare, oncologia, ambiente o malattie cardiovascolari sono stati creati un Centro di Valutazione delle tecnologie sanitarie, uno per quelle innovative in Sanità Pubblica, unCentro Nazionale per l’eccellenza clinica, la qualità e la sicurezza delle cure, uno per laTelemedicina, in modo da fornire indicazioni per supportare le scelte di ciò che è realmente efficace evitando sprechi e dispersioni di energie umane e finanziarie. Grande attenzione alla prevenzione con un centro interamente dedicato alla promozione della salute e un altro alle dipendenze patologiche.

Abbiamo disegnato un Istituto coerente con la sua missione principale di tutelare la salute pubblica - dichiara Walter Ricciardi, Presidente dell’ISS - valorizzando le alte competenze di cui dispone, capaci di produrre in un anno oltre 12 mila interventi tra controlli, valutazioni, pareri e ispezioni. Ma il nuovo Istituto sarà in grado anche di investire sempre più risorse nella ricerca. È in crescita la previsione del finanziamento di progetti di ricerca scientifici. A fonte del finanziamento di 30 milioni di euro ottenuto lo scorso anno le entrate previste per il 2017 ammontano a circa 35 milioni. Questa è una delle nostre priorità perché è una ricerca pensata per tradursi in diagnosi e cura, a diventare tecnologia e a rappresentare uno strumento competitivo per la crescita economica del Paese.

La ristrutturazione, pur sommando nuove competenze, è riuscita a eliminare molti duplicati. C’è stata una forte contrazione dei reparti che da 123 sono diventati 50 distribuiti in tutte le nuove strutture, aggregati secondo un disegno complesso ma coerente di funzioni trasversali. Per conciliare la missione dell’ISS alla sostenibilità economica - afferma Angelo Del Favero, Direttore Generale dell’ISS - serviva una macchina più efficiente e più snella. Il nostro modello permetterà un recupero in termini di costi/benefici di circa due milioni l’anno, una cifra che reinvestiremo in salute, a vantaggio dei cittadini.

In questo nuovo contesto, l’Istituto, che nel 2016 ha gestito ben 119 progetti internazionali, riceverà per il 2017 circa 35 milioni di euro finanziamento per progetti di ricerca nazionali e internazionali. Per sfruttare al meglio tutte le possibilità di finanziamento delle attività di ricerca, l’Istituto si è dotato di un Grant Office che assisterà i ricercatori nel reperimento dei bandi di ricerca e supporterà i percorsi di brevettazione e di tutela della proprietà intellettuale. Fino ad oggi sono circa 78 i brevetti in possesso dell’ISS di cui 53 in condivisione con altri enti di ricerca e riguardano tecnologie per malattie infettive, tecnologie oncologiche, vaccinali o nuovi biomarker diagnostici.

Se le attività di ricerca, controllo e sorveglianza rappresentano il cuore dell’attività dell’Istituto, sarà più marcata anche l’attenzione alla comunicazione e ai canali di dialogo e di informazione con gli utenti per promuovere la conoscenza medico-scientifica su aspetti fondamentali della salute pubblica. Rafforzati e presenti sui social network, i telefoni verdi dell’ISS rispondono a tutti coloro che hanno bisogno di un orientamento, si pensi al fumo e alle malattie a trasmissione sessuale che nell’ultimo anno hanno evaso dalle 500 alle 1000 chiamate al mese per indirizzare i cittadini su queste tematiche e anche il telefono verde patologie rare evade ogni mese oltre cento richieste di orientamento soprattutto da pazienti e famiglie ma non mancano richieste d’aiuto anche da parte degli stessi operatori sanitari.

Quale diario di viaggio del rinnovato Istituto Superiore di Sanità, viene presentata in occasione della conferenza stampa di oggi la prima newsletter on line dell’ISS. Il numero zero di ALLISS contiene gli editoriali del Presidente e del Direttore Generale sul riordino, le presentazioni di Dipartimenti e Centri, i curricula dei direttori ed è consultabile all’indirizzo Istituto Superiore di Sanità



AREA OPERATIVA TECNICO-SCIENTIFICA DELL’ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ
Direttori

DIPARTIMENTI
Dipartimento Ambiente e Salute diretto da Eugenia Dogliotti
Dipartimento Malattie Cardiovascolari Endocrino-metaboliche Immunomediate e Invecchiamento diretto da Simona Giampaoli
Dipartimento Malattie Infettive diretto da Giovanni Rezza
Dipartimento Oncologia e Medicina Molecolare diretto da Mauro Biffoni
Dipartimento Neuroscienze diretto da Maurizio Pocchiari
Dipartimento Sicurezza Alimentare, Nutrizione e Sanità Pubblica diretto da Umberto Agrimi

CENTRI NAZIONALI
Centro Nazionale AIDS diretto da Barbara Ensoli
Centro Nazionale per il Controllo e la Valutazione dei Farmaci diretto da Carlo Pini
Centro Nazionale Dipendenze e Doping diretto da Roberta Pacifici
Centro Nazionale per l’Eccellenza Clinica, la Qualità e la Sicurezza delle Cure diretto da Primiano Iannone
Centro Nazionale Tecnologie Innovative in Sanità Pubblica diretto da Paolo Lago
Centro Nazionale Malattie Rare diretto da Domenica Taruscio
Centro Nazionale per la Prevenzione delle Malattie e la Promozione della Salute diretto da Angela Spinelli
Centro Nazionale per la Protezione dalle Radiazioni e Fisica Computazionale diretto da Francesco Bochicchio
Centro Nazionale per la Ricerca e la Valutazione preclinica e clinica dei Farmaci diretto da Patrizia Popoli
Centro Nazionale per la Salute Globale diretto da Stefano Vella
Centro Nazionale Sangue diretto da Giancarlo Liumbruno
Centro Nazionale delle Sostanze Chimiche, prodotti Cosmetici e Protezione del Consumatore diretto da Rosa Draisci
Centro Nazionale per la Sperimentazione e il Benessere Animale diretto da Rodolfo Lorenzini
Centro Nazionale Health Technology Assessment diretto da Marco Marchetti
Centro Nazionale Telemedicina e nuove Tecnologie Assistenziali diretto da Antonio Bray
Centro Nazionale Trapianti diretto da Alessandro Nanni Costa

CENTRI DI RIFERIMENTO
Centro di Riferimento per la Medicina di Genere diretto da Walter Malorni
Centro di Riferimento per le Scienze Comportamentali e la Salute Mentale diretto da Enrico Alleva

ORGANISMO NOTIFICATO diretto da Roberta Marcoaldi

Admin

Admins

Comunicati stampa - Cs n° 9/2017 Tumori, sviluppata nei laboratori dell’ISS una innovativa biopsia liquida non invasiva per la diagnosi e il monitoraggio attivo delle terapie oncologiche

ISS 13/02/2017

Una biopsia liquida per analizzare le vescicole, rilasciate nel sangue dai tumori, che trasportano le aberrazioni molecolari del tessuto tumorale di origine. E’ questo, in sintesi, l’approccio molecolare sofisticato e innovativo, sviluppato nei laboratori dell’Istituto Superiore di Sanità da un’equipe coordinata dalla Dott.ssa Désirée Bonci (Ricercatore al Dipartimento di Ematologia, Oncologia e Medicina Molecolare, ISS) e dal Prof. Ruggero De Maria (Professore Ordinario di Patologia Generale alla Università Cattolica). Un nuovo approccio sperimentato finora su pazienti affetti da tumore alla prostata in uno studio pubblicato su Oncogene, e su pazienti colpiti da cancro al polmone e al colon (in due studi in corso di pubblicazione).

L’eterogeneità e complessità delle patologie neoplastiche rende molto difficile individuare una terapia unica ed efficace - afferma la Dott.ssa Bonci - Inoltre la risposta individuale del paziente ai farmaci è, molte volte, non prevedibile. Ad oggi il “goal” assoluto per combattere questo male è procedere, quanto più possibile, ad un trattamento personalizzato.

L’indagine ci ha permesso, per la prima volta - va avanti l’esperta - di valutare segnali proteici attivati e indicativi di tumore e dello stato aberrante molecolare del cancro in pazienti affetti da neoplasie al polmone, colon e prostata. Questi segnali sono associati alla presenza di cancro, alla progressione tumorale e alla resistenza alle terapie e sono bersagli di nuovi farmaci approvati definiti targeted therapy.

Questo tipo di biopsia liquida realizzata con tecniche innovative, sofisticate e sensibili - dichiara il Prof. De Maria - potrà permettere di avere una diagnosi sempre più precoce e certa di tumore. Inoltre, i tumori avanzati spesso cambiano il loro assetto molecolare durante il trattamento con lo sviluppo di resistenze secondarie. Questo tipo di biopsia liquida, adeguatamente sviluppata, ci potrà permettere di avere un metodo non-invasivo per monitorare il tumore fin dall’esordio, per individuare tempestivamente le recidive e l’insorgenza di resistenza alle terapie.

In uno studio più approfondito sul tumore della prostata, svolto in collaborazione con Giovanni Muto, Professore Ordinario di Urologia all’ Università Campus Bio-Medico, Roma, con l’Ospedale San Giovanni Bosco (Torino) e l’ Istituto Nazionale Tumori Regina Elena, IRE (Roma), è stata stabilita una correlazione tra l’attivazione dell’oncogene c-MET, responsabile dello sviluppo di metastasi, e un piccolo gene, il miR-130b, con la progressione tumorale e la resistenza alla terapia ormonale, valutando il meccanismo in vescicole, tessuti di pazienti e in modelli pre-clinici di laboratorio.

Lo studio, pubblicato dalla rivista internazionale Oncogene e finanziato dal Grant Giovani Ricercatori di cui è coordinatrice la Dott.ssa Bonci, elargito dal Ministero della Salute, descrive un nuovo meccanismo di progressione e resistenza alla terapia ormonale.

I dati hanno evidenziato - conclude la ricercatrice - un metodo di monitoraggio attraverso le vescicole nel sangue del paziente ed identificato nuovi bio-marcatori di progressione e trattamento con nuovi farmaci, quali per esempio inibitori del gene c-MET ad oggi già approvati per altri tumori. Attualmente stiamo lavorando alla messa a punto di un meccanismo di analisi rapida da trasferire facilmente all’applicazione clinica.

Admin

Admins

Comunicati stampa - COMUNICATO STAMPA N°8/2017 Ringraziamenti per Emendamento Stabilizzazione Precari ISS

ISS 9 febbraio 2017
Il Presidente dell’ISS Walter Ricciardi desidera ringraziare il Ministro Lorenzin per il sostegno costante che ha portato all’approvazione oggi al Senato dell’emendamento sulla stabilizzazione dei precari storici dell’ISS, confermando così l’impegno concreto nel tutelare il lavoro ed il ruolo importante dell’Istituto Superiore di Sanità nel tutelare la salute della collettività.

Admin

Admins

Comunicati stampa - COMUNICATO STAMPA N°7/2017 Emendamento Stabilizzazione Precari ISS

ISS 9 febbraio 2017
Il Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità Walter Ricciardi esprime grande soddisfazione per l’approvazione oggi dell’emendamento sulla stabilizzazione. Si tratta di un riconoscimento al lavoro prezioso del personale precario che ha offerto e continua a offrire un contributo essenziale all’attività svolta per la salute pubblica.
Desidero ringraziare in maniera speciale il lavoro svolto dalla Senatrice De Biasi e da tutti i Senatori che hanno sostenuto in modo bipartisan l’emendamento.

Admin

Admins

Primo Piano - Al via il progetto Alternanza scuola-lavoro presso le aule e i laboratori dell’ISS

ISS 09/02/2017

Prende avvio il prossimo 13 febbraio, per il secondo anno consecutivo, il progetto Alternanza scuola-lavoro presso l’ISS. Una forma innovativa di apprendistato che permette agli studenti delle scuole secondarie di trascorrere alcuni periodi nel mondo del lavoro per ottimizzare la loro formazione e indirizzarli nelle scelte future. Una modalità formativa potenziata nel nostro Paese con la Legge 107/2015 La Buona Scuola che ha reso obbligatorio per gli alunni dell’ultimo triennio delle scuole di II grado lo svolgimento di periodi di alternanza scuola-lavoro (200 ore per i licei e 400 per gli istituti tecnici e professionali).

L’ISS ha aderito all’iniziativa nell’aprile 2016 firmando, in tale contesto, una convenzione con il Ministero dell’Istruzione e della Ricerca (MIUR) e, coinvolgendo quattro licei romani (Liceo classico-linguistico Orazio, Liceo scientifico IIS via Salvini 24, Liceo classico Giulio Cesare e Liceo classico Torquato Tasso), ha avviato un progetto pilota, con cicli di Alternanza scuola lavoro nel mese di aprile e giugno 2016, in quattro aree tematiche: ambiente e salute; malattie: dalla biologia alla chimica; prevenzione e stili di vita; comunicazione e scienza.

Il successo dell’iniziativa è stato tale da riuscire a definire un modello organizzativo di eccellenza destinato a divenire una best practice per gli enti di ricerca. E quest’anno si riparte con 180 ragazzi divisi in due cicli di alternanza (a febbraio e a marzo) con 50 percorsi formativi nelle quattro grandi aree tematiche proposte dall’ISS.

Un’opportunità dunque di formazione per i giovani, per l’lSS che diventa così punto di riferimento culturale e formativo, un’occasione di integrazione tra mondo della ricerca e istituzioni scolastiche.

Ad accogliere i ragazzi lunedì 13 febbraio nell’Aula Bovet dell’Istituto sarà Gianni Rezza, direttore del Dipartimento Malattie Infettive dell’ISS, con una lectio magistralis intitolata Vaccini: una storia di successo a beneficio dell’umanità.

Per approfondimenti:

Il Notiziario dell’ISS dedicato al progetto Alternanza scuola-lavoro

Tutta la documentazione del progetto

Admin

Admins

XV Giornata Mondiale contro il cancro infantile

Iniziativa ideata dalla Childhood Cancer International (CCI), rete mondiale di 183 associazioni, provenienti da 93 paesi e 5 continenti, guidate da genitori di bambini e adolescenti malati
Data di pubblicazione: 14/02/2017

MEDICO 2000

Lo strumento indispensabile per il Medico di famiglia per gestire meglio i propri Pazienti e aumentare l'efficienza dello Studio Medico

Super Offerta per i medici che passano dai seguenti contatti

Mobile: 348 6047725

Mail: info@aplsistemi.it

CARE STUDIO

SUPER OFFERTA A TUTTI GLI ISCRITTI DEL PORTALE CERCASOSTITUTO.IT.

LA CARTELLA CLINICA CARE STUDIO PER LA COMPLETA GESTIONE DELLO STUDIO MEDICO AD UN PREZZO SPECIALE !!!!

Mobile: 345 0951886

Mail: valter.pellegrini@aplsistemi.it

Spazi Pubblicitari Disponibili

Contattaci sensa impegno per Info e Costi.

Spazi Pubblicitari Disponibili

Contattaci sensa impegno per Info e Costi.

Spazi Pubblicitari Disponibili

Contattaci sensa impegno per Info e Costi.